Superbike: niente Oschersleben, Jerez a fine luglio?

Gianluca Salina

Anche Oschersleben, dopo Imola, salta, lasciando soltanto 11 gare nel calendario Superbike 2020. Nel frattempo DORNA, governo andaluso e sindaco di Jerez chiedono all’autorità centrale spagnola di poter disputare la gara sul circuito Angel Nieto a fine luglio.

A pochi giorni dalle dichiarazioni di Carmelo Ezpeleta circa il considerare la Superbike, da parte di DORNA, come una priorità, il calendario delle derivate dalla serie deve comunque continuare a fare i conti con l'emergenza data dal Covid-19. A causa di questo è infatti stato deciso l'annullamento del round di Oschersleben.

Salta così, dopo Imola, anche l'appuntamento tedesco della SBK, che sarebbe dovuta tornare sul tracciato tedesco dopo 16 anni di assenza. Al momento restano in calendario 11 gare, con Jerez, Assen, Aragon, Misano già rinviate, Losail in attesa di una collocazione temporale e Donington che continua ad essere in programma per il week-end dal 3 al 5 luglio, in attesa dell'evolversi della situazione.

Se non ci dovessero essere ulteriori modifiche, il campionato 2020 dovrebbe poter riprendere nell'ultimo fine settimana di luglio a Jerez. In una videoconferenza tra Ezpeleta, Juan Antonio Marín (vicepresidente del Consiglio dell’Andalusia) e Mamen Sánchez Díaz (sindaco di Jerez de la Frontera), è state deciso di inoltrare la richiesta, al governo spagnolo, per effettuare la gara sul circuito Angel Nieto della città spagnola dal 31 luglio al 2 agosto.

In questo caso l’appuntamento seguirebbe i due consecutivi previsti sulla stessa pista per il Campionato del mondo MotoGP. Le ragioni invece dell'annullamento del round di Oschersleben vanno ricercate nel prolungamento, da parte delle autorità tedesche, delle misure restrittive nei confronti dei grandi eventi.

DORNA ha in ogni caso fatto sapere di essere già al lavoro per inserire il tracciato della Sassonia nel calendario 2021. Di seguito le dichiarazioni di Ralph Bohnhorst (amministratore delegato del Motorsport Arena Oschersleben) e di Gregorio Lavilla (direttore esecutivo Sporting & Organization WorldSBK)

Ralph Bohnhorst: “Ovviamente la salute è la cosa più importante. Siamo però dispiaciuti che al momento non vengano ripagati i nostri sforzi per riportare il WorldSBK a Oschersleben. Abbiamo lavorato tanto e molto è già stato fatto in termini di organizzazione affinché il ritorno del WorldSBK fosse un vero successo. Nonostante tutti questi sviluppi ci resta la grande collaborazione con Dorna. I colleghi stanno lavorando molto bene e in modo professionale oltre a sostenerci in maniera eccellente! Avrebbero dato vita a un grande spettacolo sulla pista di Oschersleben. Siamo molto felici di lavorare insieme a loro e di riprovarci in vista dell’anno prossimo”. 

Gregorio Lavilla: “Prima di tutto devo dire che ci stiamo impegnando al 100% per far ripartire il Campionato del mondo MOTUL FIM Superbike nel contesto più sicuro possibile. È positivo il fatto che sia stata inoltrata al governo spagnolo una proposta per permettere al WorldSBK di correre a Jerez il 2 agosto. Dall’altro lato a causa dell’estensione decisa dal governo tedesco in merito al divieto di svolgimento dei grandi eventi e dopo aver considerato numerose opzioni purtroppo e con rammarico il Round di Germania è stato cancellato. È un gran peccato non poter tornare in Germania, Paese che ha una grande tradizione relativa al WorldSBK e che aveva in programma il ritorno in calendario di Oschersleben per la prima volta dopo 16 anni. Stiamo lavorando intensamente per mettere a punto un piano per il 2021 che possa soddisfare le esigenze di tutte le parti con la speranza di riportare lo spettacolo del WorldSBK in Germania”.

Hits: 6

Next Post

Kawasaki: App Rideology! Tutto sotto controllo dal nostro smartphone!

L'app è disponibile per i seguenti modelli Kawasaki: Z H2, Z900, Z650, Ninja 1000 SX, Ninja 650 model year 2020 e Ninja H2 SX/SE +, Ninja H2/H2 Carbon, Versys 1000 SE e dal model year 2019.

Iscriviti alla newsletter