Superbike 2020: cancellati i GP di Gran Bretagna, Olanda e Qatar

Gianluca Salina

Il calendario Superbike 2020 dice addio ai GP di Gran Bretagna, Olanda e Qatar, di cui DORNA e FIM hanno ufficializzato la cancellazione, dando appuntamento al pubblico britannico, olandese e qatariota al 2021.

Il Covid-19 continua a mietere vittime. In questo caso e per fortuna, non si tratta di vite umane, ma gare del calendario Superbike 2020. A dieci giorni dalla ripresa del campionato, che ha per ora disputato un unico round, quello inaugurale di Phillip Island, in Australia, arriva da DORNA e FIM la notizia della cancellazione dei GP di Gran Bretagna, Olanda e Qatar.

Verranno così a mancare le gare di Donington, Assen e Losail. Il 2020 sarà così il primo anno in cui non si corre in un circuito del Regno Unito, mentre l'appuntamento olandese era un punto fisso del calendario fin dal 1992, cosa che lo rendeva il GP più longevo nella storia del mondiale per le derivate di serie.

Il Qatar invece si era conquistato, nel tempo, il passaporto di ultima gara della stagione, unica in notturna per la Superbike. I GP di Gran Bretagna, Olanda e Qatar, originariamente posticipati a data da destinarsi, avrebbero permesso al mondiale SBK di svolgersi su tredici appuntamenti come avvenuto nelle altre stagioni, mentre la loro cancellazione riduce a dieci le gare del 2020. Di seguito le parole di Gregorio Lavilla, Direttore Esecutivo delle Aree Sporting & Organization di DORNA:

Personalmente sono molto triste nell’annunciare la cancellazione di questi tre Round. Da appassionato del nostro sport mi sento profondamente rattristato di non poter andare nel luogo che ha visto la nascita del WorldSBK, ovvero Donington Park e nella ‘Cattedrale della Velocità’, cioè Assen, una pista che è presente nel nostro calendario dal 1992. Inoltre mi rattrista anche il non poter assistere allo spettacolo della gara notturna in Qatar, un appuntamento di cui sempre non vediamo l’ora. Abbiamo preso in considerazione tutte le eventualità per trovare una soluzione ma purtroppo non è stato possibile. Tutto questo però non rende meno interessante il Campionato. La maggior parte dei Round del 2020 si disputerà e siamo all’opera per dar vita a una stagione completa per il 2021. Vogliamo ringraziare tutte le parti coinvolte per il grande lavoro instancabile fatto e per la collaborazione oltre che i tifosi per aver atteso con pazienza la ripresa della stagione”.

Hits: 158

Next Post

MV Agusta Road Assistance

L'ennesima proposta di MV Agusta assicura a chi acquista una nuova moto la massima tranquillità anche in caso di incidente o inconveniente tecnico

Iscriviti alla newsletter