MV Agusta presenta la nuova ed esclusiva collezione di abbigliamento

Riccardo Fanni

MV Agusta presenta la nuova ed esclusiva collezione di abbigliamento, con diverse collezioni pensate per i motociclisti più esigenti

Per i suoi 75 anni di anniversario la casa motociclistica MV Agusta Motor ha pensato di celebrare la propria storia con la creazione di una linea di abbigliamento dedicata e studiata appositamente, con la finalità di rispecchiare i capisaldi che hanno fatto del brand un sinonimo di qualità e sicurezza.

I capi legati alla casa di Varese, sinonimo da sempre di eleganza e qualità, sono stati tutti realizzati in cotone 100% e non mancano di mostrare declinandosi in tre distinte linee, Heritage, Rosso e Superveloce, il logo distintivo del 75esimo anniversario.

Le tre linee di abbigliamento, dedicate a tre differenti modi di vivere il marchio varesino, assicurano a coloro i quali avranno il piacere di indossarle stile e qualità sartoriale all’altezza della grande tradizione MV Agusta, cosi come riportato da Claudio Quintarelli, Head of Sales di MV Agusta Motor S.P.A.

La collezione della linea Heritage si distingue per il suo design classico e raffinato con una scelta di colori appositamente ricercata, per ricordare gli anni fulgenti delle corse, senza mancare di aggiungere un tocco di modernità.

La linea della collezione Superveloce ammicca al look neo-retro con una fusione che riporta alla contemporaneità l’appeal vintage, rielaborandolo e rendendolo attuale, senza mancare di attenzione ai dettagli come i loghi ricamati e gli inserti in pelle della serie Oro.

Un occhio di riguardo è quindi stato dedicato anche alle nuove generazioni di biker, dedicando loro questa linea, che trae ispirazione proprio dalla linea moto omonima, trasmettendo attraverso i giochi cromatici basati sul rosso e nero, con il logo della linea Rosso un’idea di approccio alla vita leggero e spensierato.

Segui sul forum

Hits: 24

Next Post

Nuovo DPCM e mascherina: l'opinione di DDG Magazine

Le restrizioni del DPCM coinvolgono anche il mondo delle due ruote, ma con parole vaghe e soggette a diverse interpretazioni. Noi diciamo la nostra

Iscriviti alla newsletter