Suzuki V-Strom Day 2022

Redazione

Il V-Strom Day 2022, seconda edizione della manifestazione dedicata ai possessori della adv tourer di Hamamatsu, è andato in scena 3 luglio a Borgonovo Val Tidone, in provincia di Piacenza. 80 partecipanti per tre differenti itinerari e gradi di difficoltà, il tutto all’insegna della passione per le due ruote.

Una giornata trascorsa condividendo la passione per le due ruote. È stata questa la filosofia del Suzuki V-Strom Day 2022, manifestazione che si è svolta domenica 3 luglio a Borgonovo Val Tidone (PC), a pochi km dal Castello di Luzzano, a Rovescala (PV), dove si tiene la V-Strom Academy, altro ormai abituale appuntamento per la casa di Hamamatsu.

Come già avvenuto lo scorso anno, anche la seconda edizione della manifestazione ha registrato il sold out. I proprietari delle V-Strom di ogni cilindrata ed epoca hanno prenotato con anticipo gli 80 posti messi a disposizione dall’organizzazione, dimostrando di gradire la formula scelta dal brand giapponese. L'appuntamento riunisce un numero sempre più numeroso di motociclisti appassionati della sport enduro tourer di Suzuki, che si riuniscono per scoprire magnifici territori con tour guidati.

Suzuki V-Strom Day 2022

Il 2021 si era svolto sulle Alpi olimpiche piemontesi, mentre l’edizione 2022 ha visto come cornice la pittoresca zona dei colli piacentini e dei poggi che si sviluppano in questo angolo di Emilia Romagna. Gli iscritti, le guide locali, gli ospiti Suzuki e i membri dello staff si sono ritrovati nella prima mattinata di domenica 3 nella piazza della Rocca di Borgonovo Val Tidone (PC).

Tra loro c’erano appassionati di ogni età, dai 21 anni del partecipante più giovane ai 73 anni del più esperto, provenienti da ogni zona del Centro-Nord. Il riconoscimento per il globetrotter è giunto da più lontano è andato a un motociclista di Ariccia, in provincia di Roma, che ha percorso quasi 600 km per non mancare all’appuntamento del Suzuki V-Strom Day 2022.

Il percorso si è articolato in tre differenti itinerari e gradi di difficoltà – Leisure (129 km di solo asfalto), Discovery (123 km, di cui 3 di off-road leggero) e Adventure (120 km, di cui 13 di off-road leggero), con un plotone composto da circa cento moto suddiviso in piccoli gruppi identificati con nomi di grandi campioni Suzuki, quali per esempio Schwantz, Sheene, Everts, “Lucky”, Uncini e Mir.

Ciascun gruppo è stato affidato a un tour leader, che lo ha condotto in totale sicurezza lungo il percorso prestabilito. Belle strade e panorami mozzafiato non sono state le uniche prerogative della giornata. Tutti i motociclisti sono giunti infatti alla Rocca d’Olgisio (PC) un’antica fortezza che ha aperto le sue porte ai clienti della casa di Hamamatsu per una visita guidata esclusiva.  La giornata si è conclusa in questa location, con l'appuntamento che è già fissato al 4 giugno 2023, la data fissata per la terza edizione del Suzuki V-Strom Day.

Next Post

Superbike 2022: Rea al 99,9% resterà in Kawasaki (l'unica alternativa è Ducati)

Jonathan Rea a margine del round di Donington ha fatto sapere che a breve svelerà tutto sul suo futuro. Secondo noi sarà ancora in Kawasaki. L'unica (e fantasiossa) alternativa possibile è in Ducati, al fianco di Bautista.
Johnny Rea 2022