Superbike, Lausitzring 2017: Sykes dinsintegra il cronometro, a lui la Superpole in Germania

Benedetta Bincoletto

Il temporale della notte lascia spazio a nuvole e tempo incerto nella seconda giornata del WorldSuperbike al Lausitzring per la Superpole 1 e 2. Ad illuminare il tracciato il sorriso di Sykes che mette a segno un'altra pole position in un giorno molto speciale per lui che gli corrisponde 32 candeline sulla torta di compleanno. 

Superpole1:

Si parte con la Superpole1 alla conquista delle due posizioni per accedere alla Superpole2. Inizia bene il weekend per Davide Giuliano, che ha una pesante eredità in sella alla moto di Hayden, in pista momentaneamente al fianco di Stefan Bradl in Honda (poi chissà?! probabilmente si andrà avanti fino a fine stagione con lui) girando con gli stessi tempi del compagno di squadra sulla pista di casa del tedesco.

Si giocano la Superpole1 Van Der Mark e Forés, in cui ha la meglio l'olandese sullo spagnolo per 0.513 millesimi di secondo. Van Der Mark che fa il tempo dopo essersi fermato a montare gomma nuova che gli ha dato ulteriore fiducia, reduce insieme a Lowes dalla vittoria alla 8h di Suzuka che ha dato molto morale alla squadra. Weekend in salita per Forès "è una pista tosta, ma sono contento perchè il feeling con la moto migliora di volta in volta e, anche se non abbiamo effettuato test e siamo un po' indietro rispetto agli altri, siamo riusciti a fare un buon tempo". Fuori per poco, invece, De Rosa che fino a pochi minuti dalla conclusione era davanti e fiducioso di poter passare per giocarsi le posizioni che più contano in griglia. 

Superpole2:

Caccia alla pole position. Tra i pretendenti, oltre alle Kawasaki, anche Lorenzo Savadori che ha ben figurato nella giornata di ieri con un ottimo quarto tempo davanti ad un Marco Melandri che, a causa delle bizze con la sua moto per l'elettronica e ad un secondo turno di pioggia, ha girato poco ma molto bene. Nei primi settori della pista sono le Ducati, infatti, a fare la differenza. Pista che bisogna sottolineare non crea pochi problemi ai piloti con il motore che tende a saltellare troppo a causa di un'asfalto molto irregolare. 

E' Eugene Laverty a far segnare il primo giro veloce sotto 1'37.  A spodestarlo immediatamente ci pensa Marco Melandri che perde molto nel T3 ma recupera tutto nel T4 rifilando poco meno di tre centesimi di secondo al nordirlandese, confermando la giusta modifica effettuata per affrontare la Superpole che gli consente più sincerità nell'affrontare le irregolarità della pista. Dopo lo stop quasi per tutti per il cambio gomma, è Chaz Davies a passare al comando, a 2'39 dalla fine, che recupera circa 4 decimi a Melandri, recupero che può essere il valore della gomma extragrip da tempo. Ducati che si scambiano nuovamente la posizione salvo poi lasciare lo scettro alle Kawasaki. 

A meno di 1 minuto infatti, allo scoccare della bandiera a scacchi, si ribaltano completamente le posizioni in pista. E' Tom Sykes a mandare all'aria tutti gli equilibri, carico e entusiasta nel giorno del suo compleanno, che fa segnare il miglior crono andandosi a prendere la sua ennesima Superpole. A seguire sullo scadere Jonathan Rea che non ci sta a lasciare troppo gap al suo compagno di squadra, beffando il secondo crono di Lorenzo Savadori che passa così in terza posizione ma conserva la prima fila. Bella sorpresa per Aprilia che ritorna a farsi vedere doppo essere stata un po' distante, con Savadori che commenta così la sua posizione "Siamo fiduciosi, siamo sulla retta via!".
A seguire Melandri, che non trova feeling con la gomma da qualifica, ma che è molto fiducioso per la gara e dell'ottimo lavoro svolto, grazie ai test effettuati che gli hanno consentito di aver una buona base su cui poter lavorare. Ottimo Torres davanti a Davies (da cui ci si aspettava di più) che chiude lo schieramenteo delle Ducati ufficati in seconda fila. A chiudere la Top Ten Lowes, Laverty, Camier e Reiterberger. 

Alle 13 in diretta su Italia1 e 2 Gara1, con Rea che nella dichiarazione al parco chiuso lascia trapelare che ha già pronto il colpo per dopo. 

Sykes: "Sono molto contento, si il regalo di compleanno non è questo ma me lo faccio tra un paio d'ore. Non ho sfruttato al massimo la gomma da qualifica ma è bastato. Vedremo dopo in Gara1" 

Rea: "Con la gomma da qualifica nel primo giro ho fatto un errore che non mi ha permesso di migliorarmi tanto, per fortuna queste gomme lasciano la possibilità per il secondo giro lanciato e quello è stato soddisfacente. Ma la gara è la gara, è un'altra storia e sarà importante impostare una gara intelligente" 

Classifica Superpole2:

1  T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 1'36.121 

2  J. REA GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 1'36.334 0.213 

3  L. SAVADORI ITA Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 1'36.463 0.342

4  M. MELANDRI ITA Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 1'36.700 0.579

5  J. TORRES ESP Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR 1'36.739 0.618 

6  C. DAVIES GBR Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 1'36.761 0.640 

7  A. LOWES GBR Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1 1'36.774 0.653 

8  E. LAVERTY IRL Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 1'36.796 0.675 

9  L. CAMIER GBR MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4 1'36.931 0.810 

10  M. REITERBERGER GER Van Zon Remeha BMW BMW S 1000 RR 1'37.243 1.122 

11  M. VAN DER MARK NED Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1 1'37.532 1.411 279,1

12 X. FORÉS ESP BARNI Racing Team Ducati Panigale R 1'37.834 1.713 

Session Highlights
10.55.00 Start
10.58.20 New Best Lap
11.09.32 60 M. VAN DER MARK Lap Cancelled – Exceeded Track Limits – Turn 1
11.12.06 End Of Session

Fastest Laps Sequence
1 J. REA GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 10:58'16.771 1'37.021 158,254
50 E. LAVERTY IRL Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 10:58'17.751 1'36.854 -0.167 158,527
33 M. MELANDRI ITA Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 11:00'14.631 1'36.827 -0.027 158,571
7  C. DAVIES GBR Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 11:06'59.224 1'36.761 -0.066 158,680
33 M. MELANDRI ITA Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 11:08'16.707 1'36.700 -0.061 158,780
66 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 11:08'53.062 1'36.121 -0.579 159,736

Next Post

Superbike, Lausitzring 2017: ritorno sfortunato per Roccoli in Superbike

Il temporale della notte lascia spazio a nuvole e tempo incerto nella seconda giornata del WorldSuperbike al Lausitzring per la Superpole 1 e 2. Ad illuminare il tracciato il sorriso di Sykes che mette a segno un'altra pole position in un giorno molto speciale per lui che gli corrisponde 32 candeline sulla torta di compleanno.  Superpole1: Si parte con la Superpole1 alla conquista delle due posizioni per accedere alla Superpole2. Inizia bene il weekend per Davide Giuliano, che ha una pesante eredità in sella alla moto di Hayden, in pista momentaneamente al fianco di Stefan Bradl in Honda (poi chissà?! probabilmente si andrà […]

Iscriviti alla newsletter