Superbike 2017 Losail: info ed orari tv

Gianluca Salina

Nonostante il titolo conquistato a Magny Cours con largo anticipo, Johnny Rea e la Kawasaki numero 1 a Losail andranno in caccia di un altro record, quello del maggior numero di punti in una stagione, mentre Davies e Sykes si giocheranno il secondo posto in campionato. Info ed orari tv.

Tutto è pronto, a Losail, per l'ultima tappa del mondiale Superbike 2017. Con il titolo piloti già assegnato a Johnny Rea in Gara-1 a Magny Cours e quello marche messo in cassaforte da Kawasaki nel round di Jerez, l'appuntamento in Qatar sarà utile per completare la scacchiera di team e piloti che a fine novembre daranno il via ai test invernali per la prossima stagione (questo il calendario provvisorio), ma non solo.

In attesa di vedere i piloti all'opera con le moto in configurazione 2018, dove verrà applicato il nuovo e discusso regolamento, resta infatti da assegnare il titolo virtuale di vice-campione del mondo delle derivate di serie che, per il terzo anno consecutivo, vede in lizza Chaz Davies e Tom Sykes, oggi appaiati in classifica a quota 363 punti, con il gallese della Ducati che è però in vantaggio a livello di vittorie di manche (7 a 2) cosa che, in caso di punteggio pari anche dopo le ultime due gare, gli consentirebbe di essere secondo nel mondiale.

Il campione del mondo in carica, che guarda i due contendenti al titolo di suo vice dall'alto dei 143 punti di vantaggio, avrà l'occasione per dimostrare per l'ennesima volta di non essere anora appagato. Nel mirino di Rea c'è infatti il record assoluto di pubnti in una stagione, 552, ottenuto da Colin Edwards nel 2002 quando, in sella alla Honda VTR SPW, terminò la sua cavalcata vincente con 11 punti di vantaggio su Troy Bayliss  e la sua Ducati 998 F 02.

Il folletto nordirlandese ha oggi 506 punti e, con i 50 ancora in palio, potrebbe arrivare a 556. L'unica strada per lui per arrivare a questo traguardo sarà vincere entrambe le manche di Losail, impresa che quest'anno gli è già riuscita cinque volte (Phillip Island, Buriram, Assen, Portimao e Jerez). Ma il pilota in sella alla Ninja numero 1, arrivato a quota 52 vittorie in Superbike, a pari merito con Bayliss ha, come obiettivo, i 59 centri di "King" Carl Fogarty, il più vincente della storia della superbike e l'appuntamento del Qatar potrebbe consentirgli un ulteriore avvicinamento.

Tutto tranquillo per Marco Melandri, invece. Il ravennate è saldamente quarto in classifica e non può essere scalzato da quella posizione. La trasferta di Losail potrebbe essere, per lui l'occasione di bissare il successo di Gara-2 a Misano. Discorso diverso invece in casa Yamaha, dove Alex Lowes e Michael van der Mark si giocano il quinto posto in campionato, separati da 16 punti e teoricamente non ancora al sicuro, con i 50 punti in palio di cui si parlava prima, dagli attacchi di Xavi Forés e della sua Ducati Barni, distante 41 punti dall'inglese e 25 dall'olandese, oltre che in cerca di una sella per il 2018.

Ultime due gare in MV per Leon Camier, che il prossimo anno salirà sulla Honda Fireblade del team Ten Kate, lasciando il suo posto a Jordi Torres, in arrivo a Schiranna dal team Althea di Genesio Bevilacqua. Gli appassionati del marchio varesino sono anche in attesa di sapere se nel 2018 saranno due, le moto schierate nel mondiale, con la seconda che potrebbe essere affidata a Loris Baz, in arrivo dalla MotoGP.

Il francese avrebbe però ancora qualche speranza di affiancare proprio Camier in Honda, dal momento che Stefan Bradl probabilmente lascerà libera la sua sella, per la quale potrebbero esserci in lizza anche Davide Giugliano e lo statunitense Jake Gagne, entrambi già visti quest'anno sulla CBR 1000 RR SP2. Il 25enne di San Diego sarebbe strategico per catturare interesse negli States verso la Superbike, rimasta purtroppo orfana di Nicky Hayden nel corso di questa stagione.

A Losail l'anno Chaz Davies conquistò una doppietta, ma il protagonista fu Johnny Rea che, specie in Gara-2, dopo essere andato lungo ad inizio corsa, si era prodotto in una rimonta pazzesca che lo aveva portato ad insidiare da vicino il pilota Ducati, salvo poi cedere la sua seconda posizione al compagno di squadra Sykes, arrivato così dietro di lui nella generale.

Nel 2015 furono invece Haslam e Torres con la Aprilia, a vincere, con la casa di Noale che fece bottino pieno anche l'anno prima, con Guintoli.  In Qatar il marchio più vincente è Suzuki, con cinque successi, seguito da Aprilia (quattro) e Ducati (tre), mentre sembra essere un circuito tabù per le Kawasaki. Il week-end di gara inizierà oggi, con le prime due sessioni di prove libere, per proseguire con la consueta Superpole e Gara-1 domani e la seconda e conclusiva manche sabato, dal momento che tutto il programma è anticipato di un giorno rispetto al solito.

Superbike Losail 2017 – orari tv

Venerdì 3 Novembre
14.20 FP 3 – WSS, Italia 2
15.00 FP 4 – WSBK, Italia 2
16.30 Superpole – WSBK, Italia 2, Eurosport (in replica su Eurosport alle 22.15)
17.30 Superpole – WSS, Italia 2
19.00 Gara-1, WSBK, Italia 2, Italia 1, Eurosport (in replica su Italia 1 alle 00.20, su Eurosport alle 22.45)

Sabato 4 Novembre
15.00 warm up – WSS, Italia 2
15.30 warm up – WSBK, Italia 2
17.30 Gara – WSS, Italia 2, Eurosport
19.00 Gara-2 – WSBK, Italia 2, Italia 1, Eurosport

Next Post

TM Racing e Max Nagl insieme per rientrare in MXGP

Tutto è pronto, a Losail, per l'ultima tappa del mondiale Superbike 2017. Con il titolo piloti già assegnato a Johnny Rea in Gara-1 a Magny Cours e quello marche messo in cassaforte da Kawasaki nel round di Jerez, l'appuntamento in Qatar sarà utile per completare la scacchiera di team e piloti che a fine novembre daranno il via ai test invernali per la prossima stagione (questo il calendario provvisorio), ma non solo. In attesa di vedere i piloti all'opera con le moto in configurazione 2018, dove verrà applicato il nuovo e discusso regolamento, resta infatti da assegnare il titolo virtuale di […]

Iscriviti alla newsletter