Niente Road Race quest’anno

Valerio Garagiola

Anno nero per l’isola di Man: niente Tourist Trophy e pochi giorni fa la decisione ufficiale di annullare Manx GP e Classic TT, con conseguenze decisamente negative sull’economia locale

Quest'anno è decisamente nero per le competizioni internazionali: dopo vari GP cancellati causa emergenza sanitaria, anche le tre più famose competizioni su strada, il Tourist Trophy, il Classic TT e il Manx Grand Prix, hanno subito la stessa sorte.

Il circus del Tourist Trophy, in prima battuta, doveva svolgersi malgrado la situazione sanitaria, dal 30 maggio al 13 giugno. Tuttavia, la situazione internazionale si è aggravata molto e sono partite le prime misure restrittive. La gara su strada è stata cancellata per la prima volta nel 2001, a causa di un'altra epidemia

Il Classic TT e il Manx GP solitamente occupano l'ultima settimana di agosto e alcuni giorni di settembre. La decisione di annullare entrambi gli eventi è stata presa a seguito di una consultazione tra il Dipartimento per le Imprese e gli organizzatori di gare, il Manx Motor Cycle Club, tenendo conto delle misure di emergenza e gli attuali controlli alle frontiere e le restrizioni di viaggio causate dalla pandemia.

Laurence Skelly, ministro delle Imprese dell'Isola di Man, ha dichiarato

Questa è una conclusione che non volevamo raggiungere, ma abbiamo ritenuto che fosse importante prendere una decisione tempestiva per fornire chiarezza e certezza agli ufficiali di gara, ai fan e agli sponsor, nonché ai concorrenti stessi. Sebbene in questa fase non possiamo prevedere esattamente la situazione globale tra quattro mesi, prendere una decisione ora è l'unica cosa responsabile da fare. Vogliamo anche rassicurare i residenti dell'isola che la loro salute e il loro benessere rimangono la nostra priorità numero uno e ci concentriamo in questa situazione in corso e inoltre non è appropriato porre potenzialmente ulteriori richieste al nostro ospedale e al nostro personale medico che lavorano duramente organizzando gli eventi quest'anno.

Peter Maddocks, presidente del Manx Motor Cycle Club, ha commentato

Il governo ci ha chiesto come organizzatori della gara se fossimo fiduciosi che l'evento potesse svolgersi esclusivamente dal punto di vista logistico e operativo. Sebbene fossimo fiduciosi di poter fornire lo staff necessario, la situazione intorno ad alcune figure chiave, come ad esempio i commissari e il personale medico, non poteva essere garantita. Inoltre, anche la logistica dei trasporti verso l'Isola di Man è un punto di grande incertezza. Abbiamo anche tenuto conto anche del calendario dell'evento e delle sessioni di prove libere che i vari concorrenti avrebbero dovuto affrontare per correre in sicurezza sul circuito. Abbiamo tenuto in considerazioni ogni aspetto e alla fine abbiamo deciso che per quest'anno l'evento doveva essere annullato. Anche se siamo tutti in tempi incerti, il Club non vede l'ora di pianificare un ritorno al corso di montagna nel 2021.

Per quest'anno, quindi, niente gare: si tratta non solo di un grande dispiacere per gli appassionati, ma sopratutto di un grosso mancato introito per l'Isola che viene letteralmente presa d'assalto durante questi appuntamenti. Abbiamo chiesto una opinione su queste decisioni a Marco Pagani, il miglior debuttante nella storia del Manx GP e del Tourist Trophy:

Credo sia la scelta più intelligente, visto che siamo di fronte a una pandemia che potrebbe avere anche ricadute. I Mannesi non scherzano e si tutelano sempre, dato che possono contare solo sulle loro forze. Certo è un peccato… se annulli un TT o un Manx c'è da aspettare un anno: per team e piloti è veramente un sacco di tempo, ma la salute e la sicurezza vengono prima di qualsiasi corsa.

Hits: 60

Next Post

Tuono 660: naked con il botto, per Aprilia?

Leggera (165 kg), con un motore bicilindrico da 95 cavalli, piattaforma inerziale, freni Brembo, sospensioni premium e ciclistica by Aprilia. E' il biglietto da visita della Tuono 660, seconda incarnazione della nuova piattaforma 660 della casa di Noale. Mostrata per la prima volta ad EICMA 2019 come concept, la vedremo quasi sicuramente in autunno, per essere in strada nel 2021.

Iscriviti alla newsletter