MotoGP mercato piloti

Massimiliano Conti

In questi mesi dove i motori, causa coronavirus, sono rimasti spenti è stato il mercato piloti 2021 a far parlare di se

Ancor prima di scendere in pista molti piloti, esordienti e big, hanno già annunciato per il 2021 un cambio di casacca.

Cominciamo dal team Repsol Honda, che se da un lato ha blindato il campione Marc Marquez con un contratto di quattro anni dall'altro il fratello Alex, fresco campione della Moto2 non ha nemmeno fatto in tempo a scaldare la sella che è stato sostituito da Pol Espargarò.

Per Alex Marquez il prossimo anno c'è una moto nel team satellite Honda LCR, supportato dal team Factory

In casa Ducati il primo a firmare è stato Jack Miller, che è andato ad occupare la sella di Danilo Petrucci. La seconda sella, che pareva saldamente in mano a Dovizioso, in realtà è stata al centro di diverse voci che indicano una trattativa tesa con possibili alternative anche esoteriche come un ritorno in rosso di Jorge Lorenzo.

Il pilota ternano invece, scaricato da Ducati senza aver percorso un solo metro di questo 2020, ha trovato una sella in KTM; anche qui con qualche ombra. Se in un primo momento sembrava destinato al team ufficiale, il suo posto sarà – anche se assistito ufficialmente – nel team satellite Tech3 al fianco di Iker Lecuona.

Per il team Ducati Pramac conferma per Pecco Bagnaia e trattative in corso con Jorge Martin da un lato e altre vociferate con Joan Zarco

Ducati Reale Avintia, al fianco del confermato Tito Rabat potrebbe schierare Zarco se non trovasse posto nel team Pramac 

Il team Factory Red Bull KTM sarà invece composto da Brad Binder e Miguel Oliveira.

Situazione più lineare in casa Suzuki, che conferma la fiducia con contratto biennale ad entrambe i suoi piloti, quindii anche nel 2021 vedremo Alex Rins e Joan Mir come portacolori della casa di Hamamatsu

Già tutto delineato anche per il Team Factory Monster Yamaha che al fianco del confermato Maverick Vignales vede il promosso (con merito) Fabio Quartararò

Per gli altri team la situazione è ancora in fase di definizione. E' delle ultime ore la notizia del rinnovo, con cotratto biennale per Franco Mobidelli con il team Yamaha Petronas, che tra conferme e smentite dovrebbe vedere – se decide di continuare – in Valentino Rossi l'altro pilota per il prossimo anno.

Per il team LCR oltre a Alex Marquez ci sarà Nakagami, mentre Honda ha già salutato il britannico Cal Crutchlow, che se decidesse di contunare ha ormai poche opzioni per il prossimo anno, annunciando di aver già rifiutato una proposta in Superbike da parte della stessa Honda.

Una delle più attraenti potrebbe essere nel team ufficiale Aprilia, che ha una sella libera avendo ad oggi confermato solo Aleix Espargarò, ma resta strettamente legata alla risposta del TAS sul caso Andrea Iannone

Hits: 23

Next Post

Le nuove retate di Tucano Urbano

Il caldo estivo è veramente opprimente quando ci si ferma ai semafori delle città; fortunatamente, Tucano Urbano ha dei capi adatti al traffico urbano

Iscriviti alla newsletter