MotoGP: Ducati presenta la moto 2020

Massimiliano Conti

Bologna: Ducati svela le sue armi per la stagione 2020 della MotoGP, con l'obiettivo dichiarato di puntare al titolo iridato dopo averlo sfiorato con Andrea Dovizioso per tre anni consecutivi.

L'AD di Ducati, Claudio Domenicali, apre ponendo l'accento su cosa significa per Ducati il mondo delle corse: "Le corse rappresentano un investimento molto importante per noi, è il cuore della ricerca e dello sviluppo. Crediamo che l'investimento sia un fattore chiave per mantenere la competitività dell'azienda e del Paese in generale".  

Non sarà facile, e il direttore Ducati Corse Gigi Dall'Igna lo sa bene e non lo nasconde "Ci aspettiamo una stagione complessa, difficile per team e piloti. Ma ci siamo preparati bene, il telaio è abbastanza diverso rispetto al solito, i buoni commenti dei piloti ci danno speranza verso i prossimi test. Dal punto di vista del motore abbiamo fatto degli sviluppi importanti, nei prossimi test in Qatar e Sepang implementeremo altre soluzioni per avere qualche cavallo in più, tra Sepang e Qatar proveremo una carena nuova… Siamo migliorati anche dal punto di vista aerodinamico.  Ora dovremo vedere quanto saranno migliorati gli altri"

Anche se la squadra è affiatata i contratti in scadenza non contribuiranno certo ad un ambiente di lavoro sereno, quando invece la capacità di restare concentrati tutto il campionato contro un Marquez che sembra commettere pochissimi errori sarà determinante.

Impegno e determinazione che traspaiono anche dall'attteggiamento e dalle parole dei piloti, Andrea Dovizioso in primis "A dicembre sono partito con la preparazione, con un programma ben preciso per quest'anno, sono pronto per i test. Pronto per definire il materiale arrivato dopo la gara di Valencia". DesmoDovi cambia pelle, ed ora sulla sua tuta appare  la parola  'Undaunted' spiegata direttamente dal pilota: "In Italia possiamo tradurlo come stai ben dritto, imperterrito, concentrato verso l'obiettivo, che è quello di vincere il Mondiale"

Anche nelle parole del collaudatore Michele Pirro si legge fiducia nel percorso intrapreso con la moto 2020 "E' migliorata in tutte le aree, è stato svolto un grande lavoro. L'obiettivo è quello di vincere il Mondiale, sono fiducioso e orgoglioso di far parte di questo gruppo".

Per aiutare lo sviluppo i piloti ufficiali e Pirro saranno affiancati da Johan Zarcò in veste di tester – con esperienza su altre moto – per lavorare all'efficacia in curva del veicolo, che da anni i piloti Ducati chiedono a gran voce.

In attesa dei prossimi test e del pacchetto areodinamico aggionrnato, che sospettiamo Ducati non volesse far vedere agli avversari, godiamoci la galleria di questo capolavoro di ingegneria motoristica

 

[envira-gallery id=”23090″]

 

 

Hits: 0

Next Post

Total e Puccetti Racing assieme anche nel 2020

Bologna: Ducati svela le sue armi per la stagione 2020 della MotoGP, con l'obiettivo dichiarato di puntare al titolo iridato dopo averlo sfiorato con Andrea Dovizioso per tre anni consecutivi. L'AD di Ducati, Claudio Domenicali, apre ponendo l'accento su cosa significa per Ducati il mondo delle corse: "Le corse rappresentano […]

Iscriviti alla newsletter