Ducati Streetfighter V4 Lamborghini

Redazione

Ducati Streetfighter V4 Lamborghini è la prima novità 2023 del marchio di Borgo Panigale. Sarà prodotta in 630+63 esemplari in edizione speciale e limitata. In consegna da aprile 2023 ad un prezzo ancora non reso noto.

Ne saranno prodotte soltanto 693, o meglio, 630+63, della Ducati Streetfighter V4 Lamborghini, una edizione numerata e limitata della ipernaked di Borgo Panigale. Ispirata alla Huracán STO e realizzata sulla base tecnica della Panigale V4 S 2023, si caratterizza dalle altre versioni già cin commercio per l'utilizzo di componenti speciali e per la livrea dedicata.

La nuova nata della casa di Borgo Panigale rappresenta il secondo capitolo della collaborazione tra i due brand bolognesi ed in essa sono stati integrati elementi propri del DNA Lamborghini, per arrivare ad un risultato esclusivo. La moto sarà realizzata in serie numerata e limitata e rielabora in chiave motociclistica i concetti che hanno dato vita a Huracán STO, il modello più performante mai realizzato della famiglia di supercar made in S. Agata.

ducati streetfighter v4 lamborghini (3)

Sulla Ducati Streetfighter V4 Lamborghini sono stati trasferiti stilemi del design Lamborghini, a partire dai cerchi forgiati realizzati specificamente per questa moto con lo stile di Huracán STO. Il cerchio posteriore è arricchito dalla presenza del monodado di serraggio in titanio. Sono poi state ridisegnate le sovrastrutture. Su parafango anteriore, cover serbatoio, puntale e codino, tutti nuovi componenti specifici, sono stati ricavati estrattori a griglia, sfoghi e prese d’aria che citano esplicitamente quelli presenti sull’auto.

Nello specifico, il parafango è ispirato agli sfoghi aria integrati nel “cofango” Lamborghini, gli estrattori ricavati sul puntale ricalcano le prese di raffreddamento dei freni posteriori di Huracán STO, quelli presenti sulle cover laterali del serbatoio richiamano gli sfoghi sui parafanghi anteriori dell’auto, mentre gli estrattori sul codino monoposto citano quelli presenti sul cofano motore dell'auto.

Tutti i particolari in fibra di carbonio della moto sono stati realizzati utilizzando la stessa trama visibile sulle supersportive dell’azienda di Sant’Agata Bolognese. Anche la sella della moto è ispirata alla finitura dei sedili di Huracán STO grazie alla presenza di accenti in tinta con le sovrastrutture. Le pedane pilota sono regolabili e le leve freno e frizione alleggerite sono in alluminio ricavate dal pieno, realizzate in collaborazione con Rizoma.

Anche paratacchi, tampone sella, cover del dashboard e del commutatore d’accensione, così come la protezione del pignone, sono realizzati nella speciale fibra di carbonio impiegata per i componenti della carrozzeria. Lo stesso materiale è anche impiegato sulle cover della testa posteriore e dei collettori della relativa bancata, nel supporto proiettore, nel parafango posteriore e nelle protezioni del telaietto posteriore.

Il terminale di scarico è in titanio con fondello in fibra di carbonio e viene prodotto da Akrapovič. Il nome del modello e il numero progressivo dell’esemplare della Ducati Streetfighter V4 Lamborghini vengono riportati su una targhetta metallica inserita nella cover centrale serbatoio. Il numero è anche ricavato dal pieno su un inserto in alluminio della chiave d’avviamento ed appare sul cruscotto TFT in fase di accensione, insieme ad un’animazione celebrativa che riporta gli scudetti Ducati e Lamborghini e la silhouette del modello.

I 630 esemplari della Ducati Streetfighter V4 Lamborghini saranno realizzati nei colori Verde Citrea e Arancio Dac, una delle combinazioni colori specifiche della Huracán STO. Anche le ali e le pinze freno Brembo sono colorate in “Arancio Dac”, queste ultime con logo a contrasto in nero. I foderi e i piedini forcella Öhlins sono neri. In aggiunta questa serie, Ducati propone altri 63 esemplari del modello, denominato Speciale Clienti e che sarà ancora più esclusivo.

Altrettanti clienti Lamborghini, attraverso una collaborazione diretta con il Centro Stile Ducati, potranno configurare il proprio Ducati Streetfighter V4 Lamborghini Speciale Clienti con colori carrozzeria e cerchi esattamente come la propria auto. Sarà inoltre possibile per loro scegliere i colori delle pinze freno fra quelli compresi nelle palette (Giallo, Rosso, Nero e Arancio California, oltre alla colorazione standard) e i dettagli della sella tra le quattro versioni disponibili.

Il cuore della Ducati Streetfighter V4 Lamborghini è il motore Desmosedici Stradale da 1.103 cm3 da 208 CV di potenza, dotato di albero controrotante, distribuzione desmodromica a quattro valvole per cilindro, ordine degli scoppi Twin Pulse e frizione a secco. Il telaio Front Frame in alluminio sfrutta il motore come elemento stressato. Le sospensioni sono unità semiattive Öhlins Smart EC 2.0, mentre l’impianto frenante Brembo conta su pinze Stylema e dischi da 330 mm.

Il pacchetto aerodinamico, basato su ali biplano in carbonio integrate nelle cover laterali del serbatoio, stabilizza la moto alle alte velocità senza comprometterne agilità e maneggevolezza. Il peso in ordine di marcia è contenuto in 197,5 kg. La moto viene fornita con una serie di accessori a corredo. Si parte dalla cover in fibra di carbonio aperta per la frizione a secco, per proseguire con i tappi per l’eliminazione di targa e specchi retrovisori, il tappo serbatoio racing e il telo coprimoto in tinta con la carrozzeria.

Completa la dotazione un certificato di autenticità in alluminio su cui vengono riportati i numeri di telaio e motore, a garanzia dell’originalità dell’esemplare. I possessori di Ducati Streetfighter V4 Lamborghini potranno completare il proprio look con un casco, un giubbotto e una tuta di pelle in edizione limitata. Le consegne della Ducati Streetfighter V4 Lamborghini avranno inizio ad Aprile 2023. Il prezzo non è ancora stato reso noto.

Pagina ufficiale Ducati Streetfighter V4 Lamborghini

Next Post

Nuova Honda Hornet 750, i dati ufficiali: 755 cc per 92 cv

La nuova Honda Hornet 750 avrà un motore di 755 cc in grado di sviluppare 92 cv e 75 Nm di coppia. Sono i dati resi noti dalla stessa casa di Tokyo per la quale, questa unità costituirà la base per una piattaforma che vedrà far nascere altri modelli. La vedremo a Intermot e/o a EICMA.
Honda Hornet 750 motore