Caberg Drift Evo MR55, tutto in uno (per davvero)

Valerio Garagiola

Il 2021 parte con il botto per Caberg, che presenta il nuovo Drift Evo, primo ed unico casco sul mercato con visierino parasole removibile

Caberg è un'azienda italiana molto attiva sotto il punto di vista del continuo rinnovamento dei suoi prodotti e per questo 2021 sfoggia il nuovo modello Drift Evo, che va ad affiancarsi al già conosciuto modello Drift, alzando ulteriormente lo standard per soddisfare i motociclisti dall’indole più sportiva. Questo casco è difatti il risultato dei dati e delle esperienze raccolte del reparto corse e dei piloti dell’azienda bergamasca, che indossano in diverse competizioni versioni grafiche del tutto originali del Drift Evo.

La calotta, prodotta in due misure (piccola per le taglie dalla XS alla M e grande per le taglie dalla L alla XXL) e disponibile in due materiali differenti ( Fiberglass, peso 1380 grammi; Carbonio, peso 1280 grammi) è dotata di spoiler posteriore che, oltre a conferirle un aspetto aggressivo, migliora l’aerodinamica alle velocità più alte riducendo turbolenze e rumorosità. 

Gli interni adottano inoltre un guanciale di nuova generazione e garantisce una calzata ancora più avvolgente e precisa; su richiesta gli interni possono essere sostituiti con quelli della taglia superiore o inferiore, consentendo così la massima personalizzazione. Entrambe le versioni hanno gli interni completamente sfoderabili e lavabili, compresa l’imbottitura del cinturino di chiusura, fibbia di chiusura a doppio anello e predisposizione per il montaggio dei più diffusi sistemi di comunicazione, grazie alle sedi presenti per speakers e microfono. Per chi è solito avere un casco unico per pista e strada e desiderasse avere un interfono, il nuovo Drift Evo può essere equipaggiato con il nuovo dispositivo Caberg Just Speak Evo.

Drift Evo è dotato di un meccanismo visiera a sgancio rapido con doppio movimento a molle che regola automaticamente la posizione della visiera, permettendo aderenza ottimale con la bordatura della finestra. Sul lato sinistro del meccanismo visiera è posizionata una leva che permette di bloccarla ad una distanza dalla bordatura di circa mezzo centimetro per evitare o eliminare la condensa; permette inoltre di avere un flusso d’aria sul viso direzionato in modo da non dare fastidio nemmeno alle velocità più alte.

 

La leva di blocco esclude la possibilità che la visiera si apra durante la marcia o durante una caduta. Drift Evo è dotato di visiera antigraffio con lente Pinlock Max Vision per evitare l’appannamento; la presenza del visierino parasole DVT (Double Visor Tech), facilmente manovrabile anche con i guanti attraverso una leva laterale, permette di guidare sempre nelle migliori condizioni di luce. La presa d’aria posizionata sulla mentoniera convoglia l’aria sulla superfice interna della visiera evitando la formazione di condensa. Le prese d’aria superiori, attraverso un sistema di canalizzazioni nella calotta in polistirolo, garantiscono un’ottima ventilazione, grazie anche all’estrattore posteriore, che permette il deflusso dell’aria calda.

La grande caratteristica del Drift Evo è la possibilità di poter rimuovere il visierino parasole, rendendo così il casco adatto all'uso in circuito. Questa innovazione permetterà di avere un casco solo per chi utilizza la propria moto in strada (dove non è permesso utilizzare visiere scure) e tra i cordoli (luogo dove è vietato usare visiere parasole).

Drift Evo viene offerto nelle due versioni monocolore Bianco lucido e Nero opaco. Inoltre viene offerto nelle versioni grafiche Integra, Gama, Vertical e Storm. Le versioni disponibili del Drift Evo con calotta in Carbonio sono Drif Evo Carbon Pro, con calotta interamente in carbonio e finitura lucida (visiera supplementare scusa inclusa), e due versioni Carbon con grafica giallo fluo e con grafica bianca, entrambe con finitura opaca.

Next Post

KTM 890 Duke my2021: the Scalpel adesso è Euro 5

La KTM 890 Duke si affianca alla più sportiva 890 Duke R e sostituisce la 790 nell'offerta della casa austriaca. 115 cavalli per 92 Nm e 169 kg di peso. Arriverà a febbraio e costerà 10.700 euro.
KTM 890 Duke

Iscriviti alla newsletter